Gli ultimi colori dell’autunno

Mentre sulla maggior parte degli alberi le ultime foglie stanno per lasciare i loro rami, quelle degli aceri ancora splendono di gialli e rossi accesi. Rimangono solo pochi giorni per raccogliere queste bellissime foglie a 5 punte e usarle, per allestire una tavola autunnale, assieme ad altri prodotti di stagione. E se avete un albero di cachi nel vostro giardino, raccogliete anche queste foglie: sono carnose e ben si prestano a preparare decorazioni combinate con i frutti di questa pianta, non a caso soprannominati il “sole rosso d’autunno”.

Approfittiamo perciò degli ultimi sprazzi di calore, coda della cosiddetta “estate di San Martino”, per fare il pieno di tutte le foglie che, per forma, dimensione e colore, stimolano la nostra fantasia. E, visto che fra un po’ sarà Natale, prestiamo un’attenzione particolare a ciò che troviamo perché, ad esempio, non c’è niente di meglio delle foglie di magnolia colorate di porporina per dare subito un’aria di festa alla tavola.

Leonardo-da-VinciMa l’autunno non regala solo foglie, c’è abbondanza anche di frutti: uva, fichi, castagne, cachi, melagrane, corbezzoli, pere, cotogne e mele.
Stanchi dei rossi delle foglie e degli arancioni di zucche e cachi? Traete allora ispirazione dai colori della frutta per creare combinazioni insolite e legate all’ispirazione del momento. Nella tavola sotto riprodotta, presa dal sito di “Damigella Chicca” , vediamo un allestimento raffinato con due tovagliette all’americana in tessuto effetto boutis, tinta ecrù, poste sopra una tavola di assi di legno grezzo. I piatti bianchi presentano dei disegni di foglie di colore viola, coordinate alla tinta del bicchiere singolo. Posate con manico in madreperla e mele gialle “Golden Delicious” sul piatto, con una foglia di cartoncino con il nome,  utilizzate come segnaposto, completano il posto tavola. Altre mele con una candelina all’interno, sono state utilizzate per illuminare.

autunno3

Nell’immagine seguente, la tavola che ho preparato a casa mia: ogni anno, intorno alla data dell’11 novembre, ospito a cena gli amici di una vita. Per me è importante farli sentire “a casa”, perché è così che io mi sento con loro. Quest’anno li ho accolti preparando la tavola con una vecchia tovaglia ecrù, ricamata a mano, trovata fra vecchi pizzi in un mercatino. Piatto unico, liscio, di Tognana in colore avorio e sottopiatto in “giacinto d’acqua” intrecciato, modello Soaré IKEA. Due bicchieri a calice, acqua e vino, forchetta e coltello in acciaio. Poche foglie di acero e alcune di cachi, in giallo e rosa-rosso, castagne e un rametto di corbezzolo sparsi qua e là per rallegrare la composizione. A chiudere la tavola, una grande fruttiera di terracotta bianca con zucca, cachi e un dolce di San Martino, per celebrarne la ricorrenza.

Unknown-9Unknown-6Unknown-8

Giovanni-della-Casa

 Alcuni suggerimenti per l’allestimento delle tavole autunnali:

  1. scegliete tovaglie nei colori di stagione, o in tinta neutra, in linea con quanto la natura propone;
  2. se usate foglie abbiate cura che siano fresche oppure essiccate molto bene, altrimenti emanano odori sgradevoli;
  3.  se adoperate della frutta nelle decorazioni, castagne comprese, passatela con uno straccio umido: in questo modo sarà ben pulita quando viene appoggiata sulla tavola e lucente come fosse stata “tirata a cera”;
  4. se utilizzate tovaglie a disegni, abbinate dei piatti in tinta unita. Viceversa, piatti decorati si sposano meglio con tovaglie a tinta unita;
  5. dato che l’autunno ricorda quadri che riproducono “nature morte”, se avete il tavolo in legno, e magari di colore scuro, osate mettere i piatti direttamente sopra il tavolo, con o senza sottopiatto.

Ecco un quadro di Peter Claesz, pittore olandese del seicento, che ritrae una natura morta. Se la brocca d’argento, le foglie di vite e l’uva rimandano all’epoca, non vi pare attualissima l’aragosta con le ostriche e il limone sbucciato come se fosse stato preparato a Masterchef?

la tavola imbandita di MatisseLink utili: Damigella Chicca


Immagini:
Copertina: produzione propria
Altre immagini: Pieter Claesz, Natura morta con argenteria e aragosta

Patrizia Maritan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *